Luoghi di Interesse

Chiese, Pievi e Monasteri

Castelli e Insediamenti Fortificati


Paesi, Borghi, Casolari e Ville

Musei


Percorsi Antichi e Moderni

Natura e Foreste


Cerca il luogo storico nel sito dell'Ecomuseo

Il Territorio dell' Ecomuseo

 

L'Ecomuseo, pone al centro della propria attenzione tutto il territorio come un museo diffuso, ove rendere nuovamente leggibile e apprezzabile - in primo luogo alla sua popolazione locale - l’identità e la diversità del proprio paesaggio, la cultura materiale e immateriale qui radicata nei secoli, le caratteristiche e i valori che possano orientare con maggiore coerenza scelte di sviluppo sostenibile e di progresso collettivo

L'area di riferimento dell'ecomuseo è il territorio rurale e le sue peculiarità. Area di grande valore ambientale che affonda le proprie radici nella storia degli insediamenti religiosi e monastici ma anche nella sua storia di incastellamento e di signorie e famiglie nobiliari, che da prima del mille ad oggi hanno caratterizzato lo sviluppo di questo territorio, la sua collocazione storica, la sua cultura.

 

Oggi queste radici, sostanziate da edifici religiosi, castelli e castellari, poderi e fattorie, viabilità storiche, da usi e costumi, tradizioni orali e artistiche, opere d'arte, rischiano di perdersi se non sono testimoniate dalle memorie e dalla cultura delle popolazioni.

Interessante peculiarità della Montagna è la sovrapposizione che nei secoli si è realizzata tra il reticolo degli insediamenti fortificati riconducibili alle famiglie nobiliari che nel tempo si sono succedute, e il reticolo del sistema ecclesiastico di “governo” dell'area, costituito dalle Pievi dalla Parrocchie e dai Monasteri. Più che in altre aree del territorio dell'Appennino centrale in questa piccola valle, la storia e la cronologia dell'incastellamento è intimamente legata alla storia degli insediamenti religiosi che in taluni casi avallavano con la loro presenza e opere l'azione politica del potere delle famiglie nobiliari, in altri casi contrastavano anche con la loro presenza fisica tale potere.

 

Altro aspetto caratterizzante l'area della montagna Fiorentina, importante da studiare, e da documentare è la forte partecipazione della popolazione alle vicende di gestione del territorio. Questa partecipazione, che in taluni casi ha determinato azioni, anche eclatanti e di rilievo storico, ha portato ad un protagonismo di queste genti in decisioni e organizzazioni e gestioni del bene comune: il territorio.

Partecipazione che ha portato poi, il nascente potere di Firenze, a strutturare un sistema di gestione del territorio che è stato esempio in Italia di partecipazione democratica, basti far riferimento in questa sede alla costruzione delle “leghe” fiorentine.