Santa Maria in Ferrano

La chiesa di S. Maria si trova in posizione sopraelevata rispetto all'abitato di Ferrano, su un'altura posta sulla riva destra del torrente Vicano. 

In alcune carte del 1098 viene ricordato il castello di Ferrano, oggi scomparso: la lettura di alcuni elementi architettonici suggerisce che già a quell’epoca doveva esistere la chiesa di Santa Maria. 

Dal XII secolo è comunque ricordata come suffraganea della pieve di Sant’Ierusalem, poi San Lorenzo a Diacceto. 

Già nella seconda metà del '300 è patronato della famiglia degli Albizi. 

La chiesa di Santa Maria fu soppressa il 3 ottobre 1574 ed unita alla sottostante chiesa di San Pietro. Continuò comunque ad essere regolarmente ufficiata. 

Viene nuovamente soppressa ed unita a San Pietro nel 1745. Da questa data in poi viene ridotta a cappella del camposanto di San Pietro. A conferma di questa notizia sta il recente rinvenimento di resti di sepolture sotto il pavimento della chiesa e nel campi circostanti. Successivamente venne adibita ad usi agricoli (fienile). 

Alla fine degli anni sessanta di questo secolo la chiesa di Santa Maria è stata venduta ad un privato, che sta seguendo la ristrutturazione di tutto il complesso. 

Santa Maria in Ferrano
Santa Maria in Ferrano