Albero più alto d'Italia

Nella Riserva Biogenetica di Vallombrosa (Fi), nella Montagna Fiorentina, sulle pendici settentrionali del Massiccio del Pratomagno, si trovano le più alte piante di tutta la penisola italiana; piante Monumentali che il particolare microclima di Vallombrosa ha fatto si che crescessero ad altezze mai viste in Italia.

Si tratta di piante della specie Pseudotsuga menziesii, ovvero dell'Abete di douglas, conosciuto anche come Abete Americano.

Nei paragrafi successivi vi scriveremo anche come poter riconoscere questa specie.

 

La prima nel podio, arriva ad un'altezza di ben 62,45 metri per una circonferenza di 3,31 metri

La seconda classificata, che si trova a qualche metro di distanza dalla prima, misura "solo" 59,83 metri per una circonferenza di 3,44 metri.

Le misure fanno riferimento al 2016 per cui l'altezza e la circonferenza saranno sicuramente maggiori.

 

Nel piccolo impluvio in cui si trovano le due piante, sono presenti anche altri Giganti che rendono l'ambiente estremamente affascinante.

Esiste un anello, chiamato Anello dei Giganti, che attraversa una porzione della Riserva Biogenetica fino ad arrivare ai Giganti Verdi (per il percorso vedi sotto) .

 

Anello dei Giganti Vallombrosa- alberi più alti d'italia
Le Piante più alte d'Italia

Anello dei Giganti

Trekking

Informazioni utili

Lunghezza 3,7 km

 

Difficoltà: T/E (Turistico-Escursionistico)

Scarpe da trekking consigliate, sopratutto in Autunno, Inverno e Primavera.

 

Parcheggio: Il Parcheggio, non custodito, si trova in 

"Località Lago, Vallombrosa 50066 Pelago FI" 

proprio all'imbocco del sentiero.

 


Powered by Wikiloc

Traccia GPS

apribile con le comuni App di sentieristica  

come Wikiloc 

Download
TRACCIA GPS (formato XML)
ANELLO DEI GIGANTI.gpx
Documento XML 20.7 KB

Come riconoscere velocemente l'Abete di Douglas (o Abete Americano)

Se non si posseggono grandi conoscenze in ambito forestale, il modo più semplice per riconoscere l'Abete di Douglas da altri tipi di Abete presenti nelle foreste vallombrosane del Pratomagno (come ad esempio l'Abete Bianco o Abete Rosso), è sicuramente quello di strofinare un rametto in cui sono presenti gli "aghi" e odorare: se l'aroma è simile al limone, si tratta sicuramente di Abete di Douglas.

Se non vi è la possibilità di raggiungere il rametto, basti osservare la corteccia: se è spessa e solcata (suberosa) e di una colorazione tendente al marrone rossiccio è probabile si tratti di Abete di Douglas.

Rametti con pigne Abete di Douglas
Rametti con pigne Abete di Douglas
Tronco di Abete di Douglas
Tronco di Abete di Douglas

Scheda Botanica Abete di Douglas

Descrizione: Pianta arborea sempreverde di prima grandezza, con altezza da 40 a circa 100 m; apparato radicale di norma ben sviluppato e robusto;

 

Fusto tendenzialmente cilindrico e diritto negli esemplari cresciuti in foresta, più rastremato e conico in piante isolate; in prossimità della base può presentare a maturità diametri tra 1 e 2,5 m, ma fino ad oltre 4 m negli alberi più sviluppati;

 

Chioma piramidale (simile a quella dell’abete rosso), di colore da verde giallastro a glauco-azzurrognolo, con numerosi rami (negli alberi isolati) fin dalla zona basale e qui piegati in basso, mentre centralmente ed in alto sono orizzontali od obliquo-eretti, nei boschi fitti la chioma è ridotta e raccolta nella porzione apicale;

 

Rametti flessibili bruno-rossicci o verdi-giallastri piuttosto tomentosi, soprattutto da giovani;

 

Corteccia liscia nei primi anni, grigiastra o rossiccia, provvista di numerose bolle resinifere a parete sottile ripiene di resina incolore e gradevolmente profumata di limone, in età adulta e matura diventa rosso-bruna o grigia scura e presenta screpolature sempre più profonde delimitanti placche ± suberose irregolari; lo spessore corticale alla base del fusto può raggiungere i 20-30 (-35) cm

 

Foglie aghiformi a punta ottusa disposte in 2 serie, diversamente inclinate, semicircolari in sezione trasversale, chiaramente pettinate nelle piante giovani (come quelle dell’abete bianco), ma divaricate o “a semi-manicotto” nei grossi rami degli alberi adulti, lunghe 25-35 mm; sono portate da un brevissimo picciolo su cuscinetti appena rilevati, hanno colore tra il verde giallastro brillante ed il verde scuro, con due strisce bianco-bluastre nella pagina inferiore, odore di limone o di trementina se strofinate, consistenza da erbacea a rigida; durano sui rami 6-8 anni e, cadendo insieme ai piccioli, lasciano il rametto liscio al tatto.

Anello dei Giganti Vallombrosa- alberi più alti d'italia
I Giganti d'Italia
Anello dei Giganti Vallombrosa- alberi più alti d'italia
Secondo albero più Alto d'Italia

Anello dei Giganti Vallombrosa- alberi più alti d'italia
Foresta della Riserva Biogenetica di Vallombrosa